Testa di guerriero con elmo
Comune: Cortino
Provincia: Teramo
Collocazione: Museo Civico Archeologico- Teramo



Rinvenuta durante lo scavo del tempio di Pagliaroli a Cortino, la testa del guerriero è un frammento della decorazione frontale dello stesso edificio. Realizzata a tutto tondo presenta un leggero ispessimento nella parte inferiore della calotta dell’elmo e una lavorazione approssimativa dei capelli sulla nuca.
L’elmo, rappresentato piumato, è leggermente sollevato sulla fronte e lascia fuoriuscire dei capelli. Gli occhi, resi con incavi molto profondi, rendono drammatica l’espressione del volto e la bocca leggermente aperta contribuisce ad accentuare la triste immagine del personaggio.
Identificato in un primo momento con Minerva, divinità della guerra, il guerriero al momento del ritrovamento presentava numerose tracce di colori: il rosa sul volto, il rosso scuro sui capelli e sul piumaggio dell’elmo ed giallo ocra e il celeste sul copricapo. Colori che dopo il restauro si sono attenuati.

   
Fig. 1 – Testa di guerriero da Cortino (foto di Lattanzi G., tratta da  AA.VV. Museo Archeologico “F.Savini” di Teramo, Deltagrafica Teramo, 2006, p. 174)   Fig. 2 – Testa di guerriero da Cortino, veduta laterale
(foto tratta da  AA.VV. Museo Archeologico “F.Savini” di Teramo, Deltagrafica Teramo, 2006, p. 274)
  Fig. 3 – Testa di guerriero da Cortino, veduta frontale (foto tratta da  AA.VV. Museo Archeologico “F.Savini” di Teramo, Deltagrafica Teramo, 2006, p. 274)